Impianto ATLAS AT PLUS

Impianto ATLAS AT PLUS

IMPIANTO MONOBLOCCO PER LA DEPURAZIONE BIOLOGICA DELLE ACQUE REFLUE A PERCOLAZIONE NATURALE ECOSOSTENIBILE AL 100% – EN 12566-3

Richiedi un preventivo

Tecnologia

Tecnologia efficiente e brevettata
ATLAS AT PLUS utilizza la tecnologia brevettata con flusso verticale a labirinto (Vertical Flow Labyrinth – VFL), un sistema sviluppato nel mercato Europeo negli ultimi 15 anni e che oggi, grazie alle 5.000 installazioni all’anno, garantisce un livello di efficienza ed affidabilità straordinario. L’eccellente efficienza di rimozione degli inquinanti è garantita dagli eccezionali esiti dei test specifici svolti presso la PIA di Aachen, il più importante ente notificato europeo, che lo rendono perfettamente rispondente alle norme armonizzate comunitarie di settore e perciò marcato EN 12566-3. ATLAS AT PLUS è ampliamente in linea con le indicazioni del D.lgs.152/06 e dei regolamenti regionali per scarico in acque superficiali, suolo e sottosuolo.

Installazione

Facile installazione
Mettere in opera ATLAS AT PLUS è semplicissimo: viene spedito direttamente in sito pronto all’installazione ed i processi biologici implicati nel suo funzionamento sono auto-attivanti e non serve aggiungere reagenti chimici o biologici. La brevettata tecnologia con flusso verticale a labirinto conosciuta a livello internazionale con il nome di Vertical Flow Labyrinth – VFL, permette l’alternarsi di condizioni anaerobiche ed aerobiche e consente di raggiungere le più elevate prestazioni con il più ridotto ingombro in pianta.
I lavori di scavo utili alla messa in opera sono ridotti al minimo e di conseguenza anche i costi d’installazione.

 

Processo

Tutti i trattamenti all’interno dello stesso serbatoio
FASI DEL PROCESSO

1 – Camera non aerata con labirinto a flusso verticale: il refluo grezzo entra nella prima camera dove avviene la sedimentazione dei materiali grossolani e la prima degradazione dell’azoto (denitrificazione) e del fosforo.

2 – Camera aerata: successivamente il liquame pre-trattato viene immesso per gravità (senza utilizzo di pompe) in ambiente aerobico ove avviene la depurazione per via biologica delle sostanze organiche e dell’azoto (nitrificazione). Il processo funziona tramite il soffiaggio di finissime bolle (7) di ossigeno nella camera, utili all’attivazione del metabolismo dei microrganismi responsabili del processo biologico. Camera aerata e non aerata sono messe in comunicazione anche da una linea di ricircolo interna dei fanghi (5).

3 – Camera di chiarificazione finale: l’affinamento dell’effluente avviene con una ulteriore sedimentazione, dove le ultime impurità solide vengono separate dalla fase liquida. L’effluente finale, depurato di solidi ed inquinanti, viene reimmesso nell’ambiente. Questa fase è aiutata in caso di picchi di portata da un apposito spazio di ritenzione integrato (4) posto nella camera aerata, il quale funge da limitatore di flusso e permette di portare a termine il processo di sedimentazione in maniera indisturbata. Il ricircolo dei fanghi di supero è assicurato con una opportuna linea fanghi (6) che non utilizza pompe sommerse ma un semplice air-lift, mentre la portata dell’effluente in uscita è controllata con un regolatore di flusso (8).

Schema Funzionamento Impianto Depurazione Atlas AT Plus

Impianto Depurazione Atlas AT Plus

Impianto di Depurazione Atlas AT Plus

Impianto di Depurazione Atlas AT Plus

Sicurezza

USO E MANUTENZIONE

Sostenibilità

•    Rendimenti di depurazione garantiti
•    Test effettuati in Germania presso PIA Pruefinstitute Aachen
•    Certificazione ufficiale CE EN 12566 3
•    Bassi costi energetici e bassa emissione di CO2

Vantaggi

•    Sistema monoblocco, tutti i trattamenti in un unico volume
•    Nessuno odore
•    Bassissimo livello di rumore
•    Bassi costi di installazione
•    Bassi costi di manutenzione
•    Nessuna parte interna in movimento soggetta ad usura
•    Rari interventi dell’autospurgo per la bassa produzione di fango
•    Processi biologici auto-attivanti
•    Reattività ai picchi giornalieri

Applicazioni

•    Utenze domestiche isolate
•    Piccoli centri abitati
•    Utenze commerciali, piccole attività ricettive
•    Unità artigianali

Campi di applicazione

Alberghi, Attività artigianali di medio/grandi dimensioni, Attività ricettive termali, Campeggi, Centri commerciali, Centri sportivi, Centri turistici, Nuclei abitati medio/grandi

Abitanti Equivalenti

, , , , ,

Scheda tecnica/Voce di capitolato

 scheda-brochure-atlas-plus-ITA.pdf

 scheda-tecnica-ATLAS.pdf

 

Voce di capitolato

VOCE DI CAPITOLATO IMPIANTO DI DEPURAZIONE MONOBLOCCO ATLAS AT …

Impianto di trattamento di acque reflue domestiche o assimilate conforme al D.Lgs. 152/06 modello ATLAS AT…., testato presso ente notificato dalla UE e marcato EN 12566-3, idoneo per la depurazione dei liquami provenienti da utenza di consistenza pari a …. abitanti equivalenti.

È un sistema di trattamento monoblocco, ovvero le diverse fasi depurative si susseguono in un unico contenitore in polipropilene diviso da setti interni anch’essi in polipropilene. All’interno del manufatto si riscontra il trattamento primario, non è pertanto necessario installare una fossa settica/imhoff in testa per la sedimentazione dei materiali grossolani e la flottazione dei grassi e degli oli. Questo avviene all’interno dei primi quattro settori alimentati con flusso a labirinto (tecnologia Vertical Flow Labyrinth brevettata). Successivamente avviene il trattamento secondario biologico a biomassa sospesa a basso carico e ad aerazione prolungata collocato nella parte centrale del manufatto ed, infine, il trattamento di sedimentazione secondaria. I fanghi che sedimentano nel chiarificatore finale vengono ricircolati in pre-denitrificazione ed in ossidazione utilizzando air-lift. Il tempo di residenza delle acque e dei fanghi nel reattore biologico vengono equalizzati da un dispositivo tarato per il controllo della portata in uscita installato nella tubazione di scarico, in modo da garantire una portata costante. L’ossigenazione della biomassa è garantita dalla distribuzione di aria compressa sottoforma di piccole bolle tramite diffusori a membrana EPDM.

L’aria di processo è fornita da soffianti a membrana, il flusso alle varie sezioni impiantistiche è comandato un sistema di valvole che permette di distribuire e quantificare l’aria nei diversi settori. Dimensioni del manufatto Ø ….. mm x (h) …… mm.

Certificazioni

•    EN 12566-3 : CERTIFICAZIONE EUROPEA SISTEMA COMPLETO
•    VSA : CERTIFICAZIONE SVIZZERA
•    DBZ : CERTIFICAZIONE TEDESCA
•    DIBT zulassungen: CERTIFICAZIONE TEDESCA
•    Agrément National : CERTIFICAZIONE FRANCESE

Prodotti correlati

Vuoi conoscere come è possibile realizzare il tuo impianto?

Contattaci per conoscere i vantaggi delle nostre soluzioni. Un nostro consulente sarà a tua disposizione per rispondere ad ogni tua domanda.