in evidenza

Italia ancora inadempiente nell’adeguamento dei depuratori. Vedi la mappa dei comuni non in regola

Italia ancora inadempiente nell'adeguamento dei depuratori. Vedi la mappa dei comuni non in regola

È noto che la Corte di giustizia Ue ha imposto all’Italia una multa da 25 milioni di euro, più 30 milioni per ogni semestre di ritardo nella messa a norma di oltre 100 centri urbani o aree sprovvisti di reti fognarie o sistemi di trattamento delle acque reflue.

A dirla tutta l’Italia era già stata condannata dalla Corte per la gestione inadeguata delle acque di scarico urbane nel 2012 e deferita per la seconda volta dalla Commissione europea per una procedura di infrazione cominciata nel 2004. Ha in corso quindi due procedura di infrazione per lo stesso motivo, una delle quali ha portato a una prima sentenza nel 2014. Ma non finisce qui.

 

Durante un convegno tenutosi a Rimini durante la fiera di Ecomondo 2018, il commissario straordinario unico per la depurazione, Enrico Rolle, ha anticipato che “l’Italia sarà con tutta probabilità coinvolta in due ulteriori procedure di infrazione per la “mancanza di depuratori.”

 

Vi riportiamo di seguito una mappa dove sono evidenziate le aree che non sono conformi a quanto stabilito dalla direttiva 91/271/CE.  In altre parole evidenzia le zone del Bel Paese che non sono a norma con le reti fognarie e con i sistemi di trattamento delle acque reflue urbane.

 

>> Vedi la mappa interattiva dei Comuni coinvolti nelle sanzioni pecuniarie della Corte di Giustizia dell’Ue <<

 

Sul tema della mancata depurazione, le sanzioni che l’Italia ha pagato e dovrà pagare all’Europa sono molto rilevanti, se ci soffermiamo “solo” sulle questioni ambientali ricordiamo i 178.4 milioni di euro versati per la sentenza di condanna in merito alle discariche abusive e i circa 140 milioni per quella sui rifiuti in Campania.

Oltre alla primaria questione della salvaguardia dell’ambiente, pensiamo anche al danno erariale che tale procedura di infrazione comporta per il nostro paese. D’altro canto che sulla questione delle acque reflue l’Italia avrebbe pagato il conto della propria inottemperanza agli obblighi che l’Europa ci impone era cosa certa. 

 

L’acqua ed il suo utilizzo sostenibile è per Dorabaltea® una vera e propria missione. Senza acqua non potrebbe esistere la vita sulla terra, per Dorabaltea® è fondamentale cercare le migliori e più eco-sostenibili soluzioni impiantistiche che permettano di ridonare all’ambiente una risorsa e non più uno scarto.

 

Se vuoi conoscere le nostre soluzioni, chiederci un preventivo o una consulenza, Contattaci!

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.